Previsti 22 LTW70 sul Sattelberg

Preview Descrizione Download
epaper pdf Energia verde: Sattelberg, Brennero epaper, pdf
Windpark Sattelberg Windpark Sattelberg
Download (300dpi)
7087px × 4284px

Download (72dpi)
1701px × 1028px
Energia verde in quantità al Brennero
Vipiteno, 30/11/2010
Energia verde dall’Alto Adige, prodotta a 2.300 metri sul livello del mare, dove l’ ”Alpine Jet”, un vento che soffia costantemente, garantisce condizioni perfette.

Complessivamente, i 22 impianti eolici LTW70 previsti potranno garantire approvvigionamento energetico sufficiente per l’intera alta e bassa Val d’Isarco. Come tutti gli impianti eolici LEITWIND, il modello LTW70 è privo di riduttore, caratteristica che lo rende particolarmente silenzioso e soprattutto efficiente.

Sia durante, che dopo la fase dei lavori sarà assicurato il minimo impatto paesaggistico. La strada già esistente non verrà modificata durante la fase dei lavori ed i materiali necessari verranno trasportati dal paese di Brennero al Sattelberg con un impianto a fune, che verrà smantellato a lavori ultimati. “Con questo progetto Leitner Technologies conferma nuovamente di possedere un Know How davvero innovativo”, commenta Anton Seeber. “Il parco eolico sul Sattelberg produrrà annualmente circa 100 milioni di chilowattora di energia. Letwind costruirà gli impianti, mentre la vendita dell’energia sarà affidata all’Azienda Energetica Spa, partner locale e forte”.

“Vi sono ulteriori altre interessanti località, con condizioni anche più ideali, che si presterebbero per i nostri impianti, ”, sostiene Michael Seeber, presidente del Gruppo Leitner, che considera tuttavia il Brennero non solo una stimolante sfida, ma anche una zona che sta veramente a cuore all’azienda. “Il Brennero si rivelerà un sito di produzione di energia rinnovabile di grande efficienza e crediamo che possa diventare un corridoio verde, con la produzione di idrogeno grazie all’energia che verrà ricavata dal Sattelberg. Investire nelle energie rinnovabili oggi significa investire nel futuro”, aggiunge Michael Seeber. Si prevede di destinare l’energia prodotta nelle ore notturne alla produzione di idrogeno, in modo da sostenere validamente gli sforzi che l’Alto Adige sta compiendo per diventare una “regione clima”.

Alla base del progetto Sattelberg vi è una Joint Venture, scaturita ad inizio 2010. Da una parte WPP Uno SpA, che fa capo a Leitner Technologies, dall’altra l’AE Spa di Bolzano e Merano. Assieme gestiscono già un parco eolico a Montecatini Val di Cecina (Toscana) e collaborano nello sviluppo di ulteriori parchi eolici.